Week-end importante quello del 14 e 15 Aprile 2018 dove la città di Trento ha visto Alessandro Ferri, writer italiano di fama internazionale, dare vita e colore al muro dell'ex distributore sulla rotatoria del ponte S. Lorenzo, scelto appositamente per l'occasione dal Tavolo della Street art, coordinato dall'Ufficio Politiche Giovanili del Comune di Trento.
L'evento rientrava in una delle tre iniziative del progetto"Finestre urbane", finanziato dalla Fondazione Caritro, che mira a far avvicinare la cittadinanza al “writing” come fenomeno capace di attivare energie nascoste nella comunità e come mezzo di riqualificazione urbana e linguaggio artistico capace, in alcuni casi, di diventare una vera e propria professione: infatti 3 sono gli artisti che sono stati chiamati e 3 i muri selezionati.

Ma parliamo un pò dell'artista che ci interessa, giacché non si è impegnato solo nel realizzare la sua opera creativa ma, trattandosi di un intervento di formazione-azione, ha anche "istruito" i giovani writer locali interessati alla sua esperienza e condividendo le sue conoscenze: importanti i concetti di contrasto al vandalismo, educazione alla legalità ed alla cura del bene comune. Inoltre, ha esplicitato alcune delle linee che hanno ispirato il suo lavoro sul muro e come lo ha ideato; in particolare ha scelto di togliere gli spigoli degli angoli e degli anfratti e di riprendere in maniera stilizzata elementi floreali per dare continuità con l'ambiente circostante.

Alessandro Ferri, in arte Dado, è nato a Bologna nel 1975 ed è uno storico writer italiano di fama internazionale. Dagli anni '90 la sua ricerca stilistica s’incentra sulla poetica della linea: il writing è la disciplina attraverso cui Dado unisce gli studi classici del disegno, alla grafologia ed alla poetica di strada. Oltre a viaggiare in tutto il mondo con le sue opere, il suo approccio al writing è di tale impatto da essere stato invitato come relatore in vari atenei universitari, tra cui l’Accademia di Belle Arti di Bologna, l’Università di Padova, Venezia e Trento. Nel 2015 ha pubblicato il trattato “Teoria del Writing” in cui racchiude oltre dieci anni di studi teorici della disciplina con rigore scientifico. Tra le esposizioni degli ultimi anni: la Tour 13 a Parigi, Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, la Biennale d’Arte di Nanjiing (Cina), il PAC di Milano, la Scala Mercalli a Roma.

Sotto, un video con il work in progress dell'opera dell'artista. Per vedere la creazione finale andate al parcheggio Ex Sit, di fronte alla Funivia: se prima ad accogliervi c'era una triste ed abbandonata casetta con la scritta "Car Wash", ora c'è un'opera d'arte a dare colore e vigore all'ambiente circostante.

Testo di: Hajar Boudraa

Riprese e montaggio video: Aaron Giordani

 

 

Progetti

TAVOLO STREET ART - MURALES E ARTE DI STRADA
CONTEST Street Art Trento | Città ideali, città utopiche

Artisti

Bombolette, pennelli, stencil: la città cambia colore

Protagonisti

Street Art Trento | Hall of fame e muri liberi

Ambiti bene-comune
formazione
arti-visive