Contributi agli enti che organizzano colonie estive

La Provincia autonoma di Trento può concedere contributi ad enti, associazioni e soggetti senza scopo di lucro, che realizzano e offrono alle famiglie attività estive rivolte ai figli, come strumento per promuovere la formazione dei giovani e per accrescere il benessere e lo sviluppo della persona.

 

I soggetti destinatari delle attività sono i giovani residenti in provincia di Trento frequentanti la scuola dell'infanzia e il primo e secondo ciclo di istruzione e formazione, che non abbiano superato il diciottesimo anno di età.

 

I criteri e le modalità per la concessione dei contributi, a partire dall’anno 2018, sono i seguenti:

Le colonie diurne, intese quali attività socio-educative organizzate durante l’arco della giornata, senza pernottamento, con costante servizio di assistenza e vigilanza, oltre ai requisiti minimi comuni richiesti, devono soddisfare le seguenti condizioni:

  • avere una durata di almeno 10 giorni, anche non consecutivi, con attività proposte per minimo 6 ore nell’arco della giornata;
  • avere almeno 200 presenze per ogni sede di svolgimento: il numero totale delle presenze è dato dalla somma di tutte le presenze giornaliere degli utenti durante il periodo di svolgimento della colonia.

I campeggi, intesi quali attività socio-educative svolte con costante servizio di vitto, alloggio, assistenza e vigilanza, realizzate in una determinata località e per un determinato gruppo di persone, organizzate e gestite in forma di autogestione collettiva, oltre ai requisiti minimi comuni richiesti, devono soddisfare le seguenti condizioni:

  • avere una durata di almeno di 7 giorni e 6 notti consecutivi per turno;
  • avere almeno 100 presenze per turno: il numero totale delle presenze è dato dalla somma di tutte le presenze giornaliere degli utenti.

I soggiorni permanenti, intesi quali attività socio-educative svolte con costante servizio di vitto, di alloggio, di assistenza e di vigilanza, organizzati avvalendosi prevalentemente di lavoratori a titolo oneroso (lavoratori dipendenti, lavoratori autonomi occasionali, rapporti di collaborazione coordinata e continuativa o altre forme analoghe previste dalla legge), oltre ai requisiti minimi comuni richiesti, devono soddisfare le seguenti condizioni:

  • avere una durata di almeno di 10 giorni consecutivi per turno;
  • avere almeno 200 presenze per turno: il numero totale delle presenze è dato dalla somma di tutte le presenze giornaliere degli utenti;
  • il servizio di assistenza e di vigilanza deve essere organizzato avvalendosi prevalentemente di lavoratori a titolo oneroso.

E' previsto il riconoscimento di un contributo specifico in presenza di bambini/ragazzi con disabilità partecipanti al soggiorno estivo in possesso di certificazione ai sensi della L. 104/1992. 

E' previsto il divieto di cumulo di tale contributo provinciale con altri contributi statali/comunali o delle Comunità di Valle riconosciuti per la medesima attività.

 

Chi può fare domanda

Possono beneficiare del contributo enti, associazioni o altri soggetti senza scopo di lucro operanti sul territorio della provincia di Trento, in favore della popolazione giovanile residente in provincia di Trento.

 

Contatti

Sportello Famiglia
E-mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E-mail certificata:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Telefono principale:
0461 493144 - 0461 493145

Info @

Organizzatore: Provincia Autonoma di Trento
https://bit.ly/2IotZjJ

Dove

Palazzo della Provincia - Palazzo della Provincia, in Piazza Dante 15